La sentenza delle S.U. della Cassazione sui sovracanoni BIM fra le decisioni più significative del 2018

Pubblicata sul Bollettino 2018 della Corte Suprema della Cassazione la sentenza n. 16159/2018 in materia di sovracanoni BIM a carico dei concessionari idroelettrici (legge di Stabilità 2013).

Il Bollettino in questione raccoglie le 20 sentenze di legittimità più significative (tra le oltre 90 mila pubblicate ogni anno dalla Cassazione in sede civile e penale).

Ricordiamo che con tale sentenza la Suprema Corte ha posto la parola fine su una vicenda giudiziaria iniziata oramai più di 5 anni fa, sancendo definitivamente la legittimità (sotto il profilo costituzionale e comunitario) della norma che – nel 2013 – ha “esteso” i sovracanoni idroelettrici anche agli impianti posti al di fuori del perimetro BIM (di fatto imponendoli a tutti le centrali a prescindere dal profilo altimetrico).

Il giudizio in questione ha visto coinvolti il Consorzio BIM di Bergamo e la Federbim, entrambi assistiti da Radice Cereda & Associati, fin dal primo grado di giudizio avanti ai Trap di Milano e Venezia.

Federbim è intervenuta ad adiuvandum dello stesso Consorzio di Bergamo, nonché di quelli del BIM Adda e BIM Adige)

A seguito di tale pronuncia, Enel Green Power (nonché gli altri concessionari idroelettrici in questi anni rimasti morosi) non potranno più esimersi dal pagamento dei sovracanoni, oltre che dal rimborso dei sovracanoni già maturati dal 2013 ad oggi.

Bollettino_1_semestre_2018


NPL

Radice & Cereda affianca una banca specializzata nel settore nella fase di due diligence per l’acquisizione di un portafoglio di crediti non-performing, sia secured che unsecured, del valore di 600 milioni.


Radice&Cereda ha assistito il Comune di Sesto Calende nella gara per l’affidamento dell’incarico di progettazione per lavori di importo pari a quasi 6 milioni di Euro nell’area del Circolo Sestese

In data 14.09.2018 è stato sottoscritto il contratto tra il Comune di Sesto Calende e l’ATI aggiudicataria della procedura aperta indetta per l’affidamento delle attività di “progettazione definitiva ed esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e collaudi e prestazioni accessorie” relativa a diversi lavori da realizzare nell’area del Circolo Sestese.

L’entità della spesa prevista per i lavori oggetto di progettazione è pari a quasi 6 milioni di euro (quadro economico pari a circa 7 milioni e mezzo).

Radice&Cereda ha assistito il Comune di Sesto Calende dando supporto giuridico/legale allo stesso nelle attività di predisposizione della documentazione di gara, affiancamento al RUP in merito a qualsiasi problematica legata alla procedura, risposta ai quesiti sollevati dalla Commissione di gara e assistenza alla stipula del contratto con il raggruppamento aggiudicatario.

 


Gare Gas - Milano 1: prima gara d’ambito aggiudicata in Italia

Il Comune di Milano (nella qualità di stazione appaltante dell’ATEM Milano 1 Città e Impianto di Milano) ha aggiudicato definitivamente in data 05.09.2018 a UNARETI, società del Gruppo A2A, la gara d’ATEM Milano 1.

Radice & Cereda ha affiancato il Comune di Milano nel contraddittorio con i gestori uscenti e nella predisposizione della gara. Quella dell’ATEM Milano 1 è la prima gara d'ambito arrivata a compimento in Italia e la seconda più grande a livello nazionale (dopo l'Atem di Roma 1).

La concessione, della durata di 12 anni, ha un valore complessivo di 1,37 miliardi euro e servirà oltre 830.000 PdR (punti di riconsegna).


NPL

Radice & Cereda sovraintende le operazioni di due diligence per conto di un primario operatore del settore prodromico all’acquisto di un portafoglio di NPL di 1,5 miliardi.

 


LEGITTIMA LA NORMA DEL 2013 CHE HA ESTESO I SOVRACANONI BIM ANCHE ALLE CENTRALI IDROELETTRICHE POSTE FUORI DAL PERIMETRO DEL BACINO

Le Sezioni Unite della Cassazione – con le sentenze “gemelle” n. 16157/2018 - n. 16158/2018 – n. 16159/2018 – hanno rigettato i ricorsi promossi da ENEL GREEN POWER contro la L. 228/2012 art. 1 comma 137 (legge di Stabilità 2013). 

Dunque la Suprema Corte ha posto la parola fine su una vicenda giudiziaria iniziata oramai più di 5 anni fa, sancendo definitivamente la legittimità (sotto il profilo costituzionale e comunitario) della norma che – nel 2013 - ha “esteso” i sovracanoni idroelettrici anche agli impianti posti al di fuori del perimetro BIM (di fatto imponendoli a tutti le centrali a prescindere dal profilo altimetrico).

I giudizi in questione hanno visto coinvolti il Consorzio BIM di Bergamo e la Federbim, entrambi assistiti da Radice Cereda & Associati, fin dal primo grado di giudizio avanti ai Trap di Milano e Venezia.

Federbim è intervenuta ad adiuvandum dello stesso Consorzio di Bergamo, nonché di quelli del BIM Adda e BIM Adige)

A seguito di tali pronunce, Enel Green Power (nonché gli altri concessionari idroelettrici in questi anni rimasti morosi) non potranno più esimersi dal pagamento dei sovracanoni, oltre che dal rimborso dei sovracanoni già maturati dal 2013 ad oggi.

 

Fonti:

http://www.federbim.it/cassazione-rigettato-il-ricorso-dei-privati-contro-estensione-sovracanoni-il-presidente-di-federbim-personeni-risultato-ottenuto-esclusivamente-grazie-al-nostro-operato/

https://www.provinciabergamasca.com/BIM/2018/Rigettato-ricorso-produttori-energia-idroelettrica.pdf


NPL

Una società di acquisizione e gestione crediti affida a Radice & Cereda la valutazione preliminare di un portafoglio di NPL, sia secured che unsecured, del valore di 100 milioni.


NPL ed Energy

Radice & Cereda conclude una complessa operazione di investimento nel settore fotovoltaico che ha visto la risoluzione di un contratto di leasing a seguito della messa in liquidazione dell’utilizzatore, la restituzione dell’impianto alla società concedente e la vendita dello stesso a un terzo.

Particolare attenzione è stata dedicata alla gestione dei rapporti con il GSE (cambio di titolarità, trasferimento della Convenzione per le tariffe incentivanti, risoluzione della cessione di credito) e con gli enti pubblici (volture, subentro nei titoli autorizzatori, etc.).

 


Restructuring e crisi d’impresa

Radice & Cereda assiste il ceto creditorio nella sottoscrizione di una convenzione attuativa del piano di risanamento ex art. 67 l.f. di un primario gruppo nazionale attivo nel settore della produzione di energia da fonti rinnovabili. Al tavolo sono stati coinvolti 12 creditori finanziari, 7 società del gruppo e tutti i membri della compagine sociale.

Il piano attestato prevede il pagamento dell’intero indebitamento bancario, pari a oltre 105 milioni, senza percentuali di stralcio ma esclusivamente previo allungamento della durata dei piani di ammortamento e riduzione dei tassi di interesse. A fronte di ciò si è ottenuta la securizzazione dei contratti di leasing con pegno sulle quote delle società utilizzatrici e cessione dei crediti GSE a garanzia.

 


NPL e Real Estate

Radice & Cereda presta la propria consulenza in un’importante investimento immobiliare attraverso cessione di un credito deteriorato derivante da mutuo fondiario a favore di soggetti privati.

La clientela è stata assistita in tutte le fasi dell’operazione, ivi compresi gli aspetti fiscali connessi alla tassazione da applicare all’atto notarile di cessione.